Gli anni 80, che cosa magnifica, direi quasi maestosa. Il decennio più trash di tutta la storia dell’umanità. Probabilmente ancora più trash del Medioevo.

E dato che le mie radici sono profondamente piantate nel 1986, anno in cui fra le altre cose si è diffuso il primo virus informatico, Berlusconi ha comprato il Milan, la Libia ha lanciato dei missili contro Lampedusa, a Chernobyl è successo un casino nucleare, la Regina d’Inghilterra ha compiuto 60 anni spaccati, si è trovata la prima vittima del morbo della mucca pazza e Ivan Graziani pubblicava il suo dodicesimo album intitolato Piknic, non posso che celebrarlo con una playlist DA PAURA!

 

La mia playlist

Questa playlist anni 80 si chiama semplicemente 80, perché a me piacciono la sobrietà e la semplicità, valori di cui il mio decennio preferito è paladino e grande sostenitore…

picture-band-culture-club

I Culture Club di Boy George e il loro look… sobrio.

All’interno della mia playlist anni 80 ci sono (per ora) 52 brani che ritengo essenziali e rappresentativi di un’epoca che porto dentro al cuore pur avendola vissuta solo per un breve periodo della mia vita, in cui per altro non avevo cognizione di me e del mondo che mi circondava.

 

Anni 80 e una playlist a prova di bomba

Dato che io tengo tantissimo a tutti i miei lettori, ho testato questa playlist su Claudia (la mia dolce metà).

Devi sapere che Claudia non è una grande fan degli anni 80 come sono io, di conseguenza riuscire a creare una playlist di quel decennio con brani “a prova di Claudia” è un obiettivo non facile da raggiungere. Per fare sì che il test si portasse a compimento senza esternalità negative che ne potessero compromettere i risultati, ho scelto un ambiente più sterile possibile, l’interno della mia auto.

Il secondo fattore essenziale era che questo test durasse il più a lungo possibile, per poter mettere alla prova il maggior numero di brani inseriti nella mia playlist.

Di conseguenza la soluzione era una e una soltanto. Prendere Claudia a tradimento durante il nostro viaggio verso le vacanze calabresi. Il viaggio che dovevamo affrontare in auto era infatti di almeno 9 ore.

L’idea di ascoltare la playlist anni 80 l’ho introdotta in un momento in cui Claudia non era troppo attenta a quello che dicevo. Sono quindi riuscito ad ottenere un consenso veloce che mi ha permesso di procedere con il mio diabolico e geniale piano.

 

I risultati del test

I risultati di questo test sono stupefacenti. Claudia infatti ha mostrato chiari segni di apprezzamento di questa playlist già dai brani iniziali.

I primi segni sono arrivati da un movimento del capo a tempo di musica mentre la mia cavia umana era concentrata in un cruento giochino su Messenger in cui si lanciavano ancore e uncini vari ad avversari nascosti dietro ad oggetti di vario tipo.

Il secondo segno di gradimento sono stati apprezzamenti verbali del tipo: “ah, sì! Questa me la ricordo!”

Il totale abbandono della cavia alla playlist anni 80 si è verificato con il ripetuto Shazam delle canzoni per consultarne i testi in tempo reale e cantare tipo karaoke assieme a me. (Qui l’articolo che annunciava la nuova feature della famosa app di musica).

Nelle ore successive quindi chi superava la mia auto in autostrada poteva vedere all’interno del suo abitacolo due schizzati carichi come delle molle cantare a squarciagola dei brani anni 80 come se fossero i Queen al Wembley Stadium il 12 luglio 1986.

Un “breve” esempio della nostra “performance”…

 

 

La fine

Niente, la fine è semplice. Questa mia prima Playlist anni 80 è già da considerarsi un grandissimo successo essendo riuscita a coinvolgere Claudia in un modo così profondo e totalizzante.

Inutile quindi continuare a prolungare la tua agonia prima di poter usufruire di quello che si potrebbe quasi definire un servizio pubblico a tutta l’umanità. Un capolavoro dell’audio. Una pietra miliare nel mondo delle playlist di tutto l’universo.

Questo è il grande momento. Questo è il momento in cui ti presento 80. Ascoltala, goditela e condividila con il mondo intero!

(Quanto mi piace quando sono così carico!) 😀