Eccomi qui, sempre seduto dietro alla tastiera del mio pc. Finalmente però questa volta lo faccio per scrivere.

Sono state settimane molto intense e all’orizzonte continuano a prospettarsi altre settimane intense di lavoro. Non mi lamento eh, per carità, come ho detto spesso faccio un lavoro che mi piace più della pizza e riuscire a raccontare di poter campare di musica è una cosa non da poco!

Rimane il fatto che mi sento uno straccio consumato. Vorrei dormire tre o quattro giorni di fila e buttarmi semplicemente sul divano nel momento in cui mi sveglio.

Fortunatamente quando sono in queste situazioni sbucano fuori gli amici che grazie all’empatia si rendono conto di come sto ridotto (o forse sono ridotto talmente male che si vede anche senza empatia…) e quindi mi trascinano come se fossi un trolley e mi portano in posti fighi per ricaricarmi le pile.

Questo è successo proprio qualche settimana fa quando il mio amico Andrea è venuto a raccattarmi direttamente sul pianerottolo a Ravenna e mi ha portato in un locale che assolutamente non conoscevo (sempre per il fatto che lavoro di continuo e non ho tempo nemmeno per fare la spesa…)

 

L’arrivo al Diagonal

Il locale in cui il mio amico Andrea mi ha portato è il Diagonal di Forlì.

C’è da dire che io sono super in fissa con lo stile industriale, mi piacciono gli spazi larghi e le vetratone con inserti in metallo che le tengono in piedi. Mi ricordano un po’ New York, città in cui ho lasciato il cuore.

Ecco, il Diagonal è esattamente così, un locale in stile industriale e io appena arrivato mi sono girato verso Andrea e gli ho detto: “Ma stiamo a Forlì o a Brooklyn?”

 

Alcuni aspetti tecnici e umani

Io e Andrea ci siamo accoccolati sulle poltroncine anni 50 e abbiamo iniziato a sorseggiare i nostri Gin Tonic come due lord inglesi al country club.

Per uno come me la cosa più importante era la musica in sottofondo. La cosa figa del Diagonal era che i volumi non erano troppo alti, l’equalizzazione era buona (mi pare di ricordare che avessero casse Lombardi) e la musica che trasmettevano era musica ganza e ricercata.

Insomma, pure una persona come me che ha sempre la testa nel lavoro è riuscita a concedersi una serata di relax in questo locale che sembra uscito da una fabbrica americana.

 

Quando accade l’incredibile

Al momento di andar via io e Andrea passiamo vicino al bancone del Diagonal e qualcuno dall’altra parte si sporge e si rivolge a me: “Scusa, ma tu sei quello di Piadina Music?”

Credo di averci messo tipo almeno 20 minuti per capire se potesse essere possibile che qualcuno mi riconoscesse. Dopo che i miei tremolanti ingranaggi cerebrali sono riusciti ad effettuare un unico giro completo ho deciso di rispondere nella maniera più naturale possibile: “Sì, sono io!”

Ecco, la persona dall’altra parte del bancone era Davide Fabbri, proprietario del Diagonal e grande personaggio nella musica indie dei nostri tempi.

Da quella frase ne è uscita una bellissima chiacchierata terminata con due shot di tequila (era tequila? O vodka? Non ricordo più…) e un amico nuovo.

 

Perché scrivo del Diagonal?

Sto qui a scrivere questa storiella fatta di amici, bicchieri di varie dimensioni e personaggi molto impegnati perché secondo me Davide e il Diagonal sono un ottimo esempio di come fare a fare il proprio lavoro in maniera intelligente e soprattutto di qualità.

Al Diagonal mi sono trovato bene una sera e molto probabilmente proverò a portarci anche il mio programma radiofonico perché non solo l’ambiente è ganzo, ma è il mindset che fa la differenza. In più pensare di trasmettere da quelle poltroncine anni 50 mi ringalluzzisce!

 

La Fine

Se sei in Romagna in questo periodo ti conviene fare un salto al Diagonal il 17 aprile, giorno della chiusura della stagione musicale (che ha visto ospiti anche i miei amici Cacao), perché potrai vederti come ultima esibizione le strambissime e inglesissime Dorcha.

Ti lascio qui sotto un videuzzo così ti fai un’idea!

Qui trovi anche l’evento Facebook!

Molto probabilmente il 17 aprile ci sarò anche io al Diagonal, quindi se ti va di fare un salto per abbracciarmi e dirmi quanto mi vuoi bene sappi che mi renderesti molto felice!

Noi ci vediamo presto, sempre su questi canali digitali e sempre con del tiro!

DAJE FORTE SEMPRE!


MI RACCOMANDO! NON PERDERE LA PROSSIMA PUNTATA DI PIADINA MUSIC!

Ascoltami tutti i giovedì sera dalle 20.00 alle 21.00 sul sito di Radio Web Sonora.

Oppure seguimi su Spreaker per trovare tutti gli episodi, clicca qua, dai su!

Hai perso l’ultima puntata? Ascoltala direttamente qui sotto! 👇👇👇
Ascolta “Piadina Music” su Spreaker.