Eh, lo so. Lo so.

Anche questa settimana finisco per pubblicare di martedì. Lo so che ti deludo quando faccio queste cose e mi sento profondamente in colpa.

Ieri quando mi sono reso conto di non riuscire a pubblicare il mio articolone in tempo mi sono sdraiato in corridoio al buio in posizione fetale e Claudia si è accorta di me solo quando mi è inciampata addosso.

Così mi sono venuti altri sensi di colpa per averla quasi fatta cadere.

Insomma, come puoi vedere la vita del blogger non è per niente semplice.

Però mi farò perdonare!

Infatti, nel 2019 ci saranno nuove, nuovissime notizie. Però per portarle a termine devo farmi un discreto salto mortale, quindi insomma tieni le dita incrociate per me. Io intanto mi metto in posizione e mi preparo a fare l’acrobazia.

 

L’argomento di oggi

Eccomi qui ad annunciare l’argomento di oggi. Mi sento un po’ come quando Magalli annuncia gli argomenti su “I Fatti Vostri” e devo dirti la verità, è una sensazione bellissima.

Vorrei sentirmi Magalli più spesso.

Comunque, ieri sera è andata in onda su Radio Frequenza Appennino la sesta puntata di Piadina Music in versione programma radiofonico.

Io sono felicissimo del risultato ottenuto. Sono felice perché io stesso ho visto il cambiamento che ho avuto all’interno del programma in sole sei puntate.

La primissima volta al microfono ero davvero agitato (te l’ho raccontato qui), poi un po’ alla volta l’agitazione ha lasciato spazio all’emozione quella vera, quella che mi pervade molto spesso, ovvero l’entusiasmo. E dopo tutto è venuto con un filo di gas.

Certo, devo migliorare moltissimo come speaker. Sono ancora un pivellone enorme, però ho l’entusiasmo dalla mia e la voglia di trasmettere bella musica. Quindi insomma, quando guardo il mio futuro “radiofonico” sono ottimista. Spero solo di non tirarmi la zappa sui piedi da solo con questa frase.

 

La playlist di Piadina Music!

Questo articolo è proprio relativo alla bella musica. Infatti, quello che voglio fare è regalarti la playlist della puntata andata in onda ieri.

Mentre la ideavo selezionando i brani ridacchiavo da solo, gobbo sul pc con le cuffie ben aderenti alle orecchie. Pregustavo in maniera avida il momento in cui avrei potuto parlarti di tutta questa bella musica, al punto che la mia risata si è fatta sempre più forte e mi sono trovato con gli occhi rivolti al cielo e le mani in aria a ridere sguaiatamente con gli occhi insanguinati e deliri di onnipotenza vari e…

E poi è arrivata Claudia come al solito. Lei arriva sempre nel momento in cui io sono nelle situazioni più goffe. Quindi sono tornato a finire la puntata come una persona normale e non ho più fatto rumore.

 

La fine

Comunque, al di là di tutti questi maxi-deliri da demenza senile precoce, vedrai che nella playlist che ti passo adesso ci saranno 8 brani e non 7 come in tutte le mie puntate radiofoniche.

Perché questo? Perché voglio considerare il brano 8 come una sorta di hidden track. Un regalo che voglio farti per rendere questa playlist un pochino più natalizia e per ringraziarti della passione che mi dimostri sempre leggendomi.

Fare un blog sulla musica non è semplice e se io passo il tempo a fare ricerca musicale e a proporti sempre nuovi brani è solo grazie a te che mi leggi.

Spero vivamente che questa playlist ti piaccia. Nel caso in cui sia così fammelo sapere nei commenti qui sotto o mandami un messaggino su messenger!

Ci vediamo la prossima settimana! YO!