Primavera Sound: lineup ufficiale

Oggi è stata annunciata la line up ufficiale del Primavera Sound. E io, come al solito te ne parlo in maniera irriverente.

Domenica 28 gennaio ero a una data dei Mood come al solito. Eravamo a Liedolo, in particolare al Punky Reggae Pub. Locale molto figo ma che fa suonare solo fino alle 7 di sera per problemi di vicinato.

La performance va benissimo come al solito e alla fine del concerto riusciamo a vendere 18 dischi, quindi molto bene! Il proprietario del locale è un dritto e gli auguro di riuscire a mantenere questa linea ancora per tanti anni.

Torniamo a Modena per mezzanotte circa e io decido di rientrare la sera stessa. Mi metto al volante, nella nebbia più fitta. Sono abbastanza stanco, questo era il terzo giorno di tour e ho voglia di andare a dormire.

La scoperta

Dopo un’ora e tre quarti, parcheggio sotto casa a Ravenna. Scendo, scarico l’auto ed entro in casa. Sono spompatissimo e gli occhi mi si chiudono da soli, quindi decido di prepararmi per la notte. Indosso il pigiama, lavo i denti e mi siedo sul water per riflettere sulla giornata passata. Come al solito prendo il cellulare e scorro un po’ le notizie. Quando infine capito su Facebook scopro che la line up del mio festival preferito è uscita.

Il corpo mi si accende e gli occhi si spalancano assieme alla bocca. DEVO LEGGERLA SUBITO!

Non ci metto tanto a trovarla e decido di guardarmi il video su YouTube per mantenere alto l’hype e gustarmi ogni singolo nome. Quest’anno hanno scelto sto format alla Far West che mi pare un po’ una cagata, ma me lo sciroppo tutto.

Il video

Nel video cade un pianoforte da un carro e parte una canzone di Carpenter Brut. Ok, Carpenter Brut è abbastanza in linea con il Primavera Sound, quindi mi va bene. Poi iniziano ad uscire i nomi. Il primo che esce è quello degli Arctic Monkeys. Sorrido. Li ho beccati in pieno. Sapevo che ci sarebbero stati e ve li ho fatti ascoltare nella mia personalissima playlist del Primavera.

Poi escono Björk, Nick Cave and the Bad Seeds, The National, Lorde (altro nome azzeccato ma che non avevo messo in playlist), Charlotte Gainsbourg (beccata anche lei) e mi accorgo che man mano che i nomi passano, l’entusiasmo mi scende. Questo perché paragono tutto alla line up dell’anno scorso che mi aveva fatto alzare dalla sedia e urlare al punto che Claudia aveva pensato che fossi in preda a qualche attacco particolare.

Il problemino

Qual è il problema? Il problema è che in questa line up, seppur una line up trasversale, non ci sono degli header WOW. Insomma, dai, l’anno scorso hanno cicciato fuori Aphex Twin che erano 20 anni che non faceva una performance. Gli XX e gli Arcade Fire. Dai, gli Arcade Fire con un disco prodotto dai Daft Punk e tutte ste robe qui. Robe da WOW, robe da strapparsi i capelli e rotolare in terra come se si fosse in preda alle convulsioni.

Quest’anno io avevo un sacco di aspettative. Già da quando era uscito il video teaser qualche settimana fa, con questa modalità Far West, avevo pensato che avrebbero annunciato Ennio Morricone e speravo fortemente anche in una performance dei Daft Punk.

Invece, sono tutti nomi “medi”. Insomma, tutti nomi che non mi fanno dire wow come mi aspettavo.

Va beh, non tutte le annate del Primavera sono state fenomenali, però io mi aspettavo la tripletta. Sì perché è dal 2016 che mi fanno urlare e io onestamente avrei voluto svegliare tutto il condominio alle 2 di notte per via del mio entusiasmo (notoriamente sempre molto carico). Invece, sono andato a letto dubbioso.

The end?

I regaz del Primavera Sound però non sono dei fessi, anzi, hanno le palle discretamente grosse, altrimenti non sarebbero riusciti a tenere in piedi un festival di queste dimensioni per 18 anni e in maniera del tutto indipendente.

Cos’è che mi fa avere ancora tutto questo entusiasmo? Te lo dico subito.

Tutto questo entusiasmo nasce dal minuto 3:02 del video della loro line up ufficiale. Cioè? Ti chiederai tu.

Cioè in quell’esatto momento appare un bellissimo, rotondissimo e paffutissimo punto interrogativo. Is this the end of the video? Who knows…

Io non credo proprio. Credo anzi che vogliano “coglionare” un po’ tutti i brontoloni e che fra qualche tempo buttino fuori altri 4 nomi da paura. E nel caso in cui tu abbia dei dubbi, certo, io me li sono già scritti giù:

  1. Ennio Morricone;
  2. Daft Punk;
  3. St. Vincent;
  4. Django Django.

Detto questo, torno a mangiarmi le unghie in attesa di prossime sorprese dal festival indipendente più ganzo della terra!

DAJE!

Primavera Sound 2018 Line-Up

#PrimaveraUnchainedTickets: http://bit.ly/ticketsPS18

Pubblicato da Primavera Sound su Domenica 28 gennaio 2018